La linfa di betulla, il drenante 2.0

Dei tanti pomeriggi passati all'IKEA, una cosa tra tutte passando tra i reparti mi colpisce sempre molto e mi fa sorridere, la betulla.

Questo legno di colore chiaro, tenero, ma particolaremente flessibile e di facile lavorazione è la scelta preferenziale per la realizzazione degli arredamenti del colosso svedese e nel mio ultimo viaggio in Svezia vista la notevole quantità di boschi del suddetto albero, ne ho anche compreso il perchè!

Ma quando mi aggiro per gli infiniti corridoi di questi immensi magazzini salva weekend, tanti vedono mobiletti, io vedo decotti!

È si, perchè la betulla è un albero da sempre riconosciuto per tutte le sue proprietà, la linfa biologica in particolare, molto in voga negli USA, sta praticamente seguendo la scia dell'ormai ben noto succo di aloe per la presenza di xilitolo (uno zucchero naturale), betulina, silicio e oli essenziali che la rendono una bevanda antiossidante, idratante e diuretica;

L'estratto, ottenuto dalla Betula pubescens è anch'esso un drenante con effetto depuratore di fegato e reni ed anche spesso usato nelle preparazioni erboristiche e cosmetiche come coadiuvante nel trattamento della cellulite; per i suoi effetti intinfiammatori è utile durante l'inverno per il trattamento di mal di gola tosse, favorendo anche l'eliminazione del catarro, sarebbero state inoltre riconosciute alla betulla proprietà antibatteriche addirittura contro lo Staphilococcus Aureus;

Ora, non sarà necessario far bollire la vostra scrivania STUVA, nè andare in Svezia a disboscare qualche foresta, perchè per trovare i nostri estratti basterà andare in farmacia o erboristeria!

Ma ATTENZIONE, per l'elevata presenza di salicilati, gli estratti di questa pianta non possono essere usati da chi è allergico all'acido salicilico (Aspirina) e può interagire con farmaci il cui utilizzo concomitante dovrebbe essere sempre escluso, come i FANS, anticoagulanti e antiaggreganti piastrinici, diuretici, farmaci per abbassare la pressione, barbiturici e altre sostanze psicoattive, sarà quindi buona regola chiedere sempre consiglio al proprio medico o farmacista, facendo presente la propria situazione clinica per l'eventuale utilizzo degli estratti di betulla ;)