L'Italia...in Canada!

Una parte della mia famiglia originaria dell'Abruzzo, negli anni 70 si è trasferita in Canada e quando ogni tanto i fratelli di mia nonna tornavano a trovarci in Italia, ci portavano cose che qui non esistevano e che contribuivano a creare nel mio immaginario di bambina fantasie su questa terra che finalmente ho avuto occasione di visitare.

Appena arrivata sono subito passata a trovare la moglie del fratello di mia nonna, zia Gina, che mi ha accolta come se ci fossimo viste il giorno prima facendomi subito sentire il calore  di casa e mi ha portata in giro per le stanze, mostrandomi tutte le foto appese sui muri, quasi per farmi rivivere questi cinquanta anni in terra canadese.

Siamo poi scese in cantina e li ho scoperto un mondo completamente inaspettato, tra tini e damigiane, macchine per preparare le passate di pomodoro, setacci per la pasta e cestini per le forme di formaggio che a tutto mi facevano pensare tranne che di essere appena arrivata a Montreal!

In questi anni la mia famiglia qui ha ricreato una vera e propria piccola Italia, con i pomodori piantati nel giardino e le salsicce a tavola rigorosamente preparate da loro, come anche il vino rosso fatto in casa per portare avanti le tradizioni delle proprie origini.

È stata un esperienza incredibile trascorrere questo pomeriggio con mia zia, ho rivissuto con lei le paure, ma anche il coraggio di una scelta così drastica all'epoca in cui il Canada era davvero dall'altra parte del mondo, ma con amore e dedizione sono stati in grado di portare un pò di Italia anche qui e soprattutto sono riusciti a mantenerla vicina al loro cuore.