Sigarette elettroniche, un aiuto o più dannose del tabacco?


Una mia cara amica qualche giorno fa è venuta da me trionfante, annunciandomi di essere finalmente riuscita a smettere di fumare dopo innumerevoli tentativi. 

“Che notizia meravigliosa!” ho esclamato, ma poi è stata più chiara, non aveva davvero smesso di fumare, era passata alle sigarette elettroniche. 

Chi le utilizza deve considerarsi un fumatore?
E soprattutto, le sigarette elettroniche sono sicure o possono considerarsi addirittura più nocive del tabacco?

Il loro utilizzo è notevolmente aumentato dal 2010 tra adulti e adolescenti e molti credono che le sigarette elettroniche siano un valido strumento per aiutare a smettere di fumare o ridurre notevolmente l’assunzione di tabacco. In ogni caso, le vendite di sigarette elettroniche rappresentano un giro d’affari di più di 6 miliardi di dollari. 

Gli ingredienti principali dei liquidi per sigarette elettroniche sono la nicotina, il glicole propilenico, il glicerolo ed una vasta scelta tra più di 5000 aromi, ma possono essere contenuti anche molti altri ingredienti.

Molte sono le questioni aperte sull’utilizzo di questi dispositivi ed il problema fondamentale nasce dal fatto che le sigarette elettroniche non sono regolamentate, innanzitutto il contenuto di nicotina nei casi in cui sia previsto, può variare dai 6 mg / ml fino ad un massimo di 36 mg / ml, ma l’etichettatura può essere errata ed anche le cartucce etichettate come senza nicotina possono in realtà contenerla. 

Nessuno sa con certezza se le e-cigarettes siano sicure o se l’inalazione di glicole propilenico o glicerolo sia sicura e sono stati resi noti studi che suggeriscono la presenza di particelle di nichel, cromo, stagno o altri metalli pesanti nei vapori oltre che formaldeide e silicati, sostanze che possono danneggiare i polmoni e che in alcuni casi possono risultare cancerogene. 

Inoltre molti degli aromi disponibili sono indirizzate ad un consumatore giovane che purtroppo non ne beneficia affatto, pare infatti molte evidenze hanno dimostrato che mentre gli adulti possono essere aiutati attraverso l’uso della sigaretta elettronica a smettere di fumare, nei giovani piuttosto le e-cigarettes possono essere il trampolino di lancio verso la sigaretta vera e propria. 

Sarà interessante vedere l’evoluzione delle sigarette elettroniche e della loro regolamentazione nei prossimi anni.




Ref.
Orellana-Barrios MA, Payne D, Mulkey Z, Nugent K. Electronic cigarettes—a narrative review for clinicians.Am J Med. 2015;128:674.